• Come si osserva dall’indagine NetRetail, dopo una forte crescita della base di eShopper generata dalla pandemia, nell’ultimo anno la situazione si è sostanzialmente stabilizzata. Ma oggi a sostenere la crescita degli acquisti online vi sono due fattori principali: l’allargamento della base degli acquirenti, che vediamo essere più di un italiano su due, e l’aumento della frequenza negli acquisti online. Anche in fatto di sistemi di pagamento, assistiamo negli ultimi due anni a un progressivo abbandono dell’uso del contante, che viene utilizzato in modo residuale, mentre la prevalenza di carte, digital wallet e sistemi digitali segna di fatto una forte maturazione nelle abitudini di acquisto online degli italiani.

    Roberto Liscia, Presidente di Netcomm

     

    Cosa si aspettano i consumatori digitali italiani? Come dialogano canale fisico e digitale nel percorso di acquisto? Quali sono i nuovi trend sul fronte dei servizi logistici e delle modalità di pagamento? E quali le innovazioni digitali nei punti vendita fisici?
    NetRetail è l’osservatorio di Netcomm che dal 2014 indaga l’evoluzione del commercio digitale in Italia. L'edizione 2022, realizzata in collaborazione con Adform, FiloBlu, Oney, QVC Italia e TeamSystem, si concentra sulle nuove abitudini di consumo online degli italiani e sulle prospettive per il commercio omnicanale in Italia.

     

    Sono 33,3 milioni gli italiani che hanno comprato online un bene o servizio negli ultimi tre mesi e hanno compiuto in media 1,3 acquisti al mese nel primo trimestre del 2022. Il numero di acquisti online cresce in modo costante e ha superato le 100 milioni di transazioni per trimestre nel 2020. La spinta della pandemia si è protratta fino al 2021, ma oggi si è sostanzialmente esaurita. Si contano quasi 4 acquisti di prodotti per ogni acquisto di servizi e beni digitali. L’eCommerce è guidato dal segmento degli acquirenti abituali: costoro nell’ultimo trimestre sono 17,4 milioni, con tre o più acquisti nel trimestre ed effettuano l’89% delle transazioni, generando il 91% del valore totale degli acquisti online con uno scontrino dell’11% superiore alla media. Gli acquirenti sporadici sono 9,6 milioni, con uno o due acquisti online nel trimestre, in grado di effettuare l’11% delle transazioni e uno scontrino medio del 29% inferiore alla media. Diminuisce, però, la tendenza al riacquisto, che oggi incide per il 54,9%.

     

    Le categorie più acquistate dagli eShopper italiani: vince l’abbigliamento Il 72% del valore degli acquisti online nel 2022 sarà generato dai prodotti, che sono in costante crescita dal 2020, poiché i servizi, in cui rientra il settore travel, scontano ancora forti contrazioni per effetto delle restrizioni imposte. Parliamo, quindi, di 78,6 acquisti online di prodotti fisici ogni 100 acquisti online a marzo 2022, con 31,5 milioni di consegne medie mensili di prodotti comprati online. Al primo posto, con la massima incidenza nella base degli acquirenti online è l’Abbigliamento (45,8%) seguita dai prodotti di Salute e Benessere, acquistati almeno una volta dal 40,4% dei 33,3 milioni di acquirenti online. Inoltre, gli acquisti nelle prime 5 categorie sviluppano quasi metà del valore dell’online retail (il 46,4% ad aprile 2022).

     

    Nuove tendenze: il Live Streaming commerce piace alle donne e 1 italiano su 10 ha comprato Oltre la metà degli italiani (51,8%) online conosce il fenomeno del Live Streaming, con intensità ed esperienze diverse: un italiano online su tre conosce il fenomeno ma non ha mai assistito a una diretta; il 6,9% ha partecipato a un evento senza acquistare; l’11% ha anche acquistato. La conoscenza ed esperienza del Live Streaming Commerce varia significativamente con l’età e il sesso: i più giovani e le donne hanno maggiore confidenza con questo fenomeno.

    NetRetail 2022 Live Streaming Commerce: conoscenza ed esperienza

  • Data: 2 Maggio 2022
  • Tipologia: