Occhio alle truffe e ai falsi sigilli

Il Sigillo Netcomm in alcuni casi (per fortuna rari!) è stato copiato ed esibito abusivamente da siti Non Autorizzati, al fine di trarre in inganno i consumatori.

Grazie all’immagine positiva di serietà e affidabilità che Netcomm si è costruita negli anni, i siti truffa, esponendo un sigillo contraffatto, creano negli acquirenti un falso senso di sicurezza che li spinge a comprare beni o servizi, attratti da offerte irripetibili e da prezzi stracciati. Inutile dire che, carpito il pagamento, i beni promessi o i servizi proposti svaniscono nel nulla così come accade per i venditori, che non rispondono più né a mail né a telefonate.

Tali siti, sempre più sofisticati nell’arte della contraffazione, sono stati in grado di creare delle pagine web con un falso profilo della loro azienda: una copia esatta delle pagine di profili aziendali pubblicate dal sito Netcomm, che li fanno sembrare realmente affiliati al Consorzio.

In pratica cliccando sul finto sigillo si apre una pagina con un finto profilo aziendale e una URL simile ma non uguale a quella del Consorzio
 


url UFFICIALE del sito Netcomm



Esempi di url NON Ufficiale

 

Il grave danno subito dai consumatori diventa anche un serio danno di immagine per il Consorzio Netcomm. Il danno si estende inoltre anche ai siti virtuosi che si impegnano ogni giorno a rispettare tutte le regole.

Cosa fare in questi casi?

  1. Prima di effettuare un acquisto su un sito che espone il Sigillo è buona norma verificare che lo shop che si sta visitando sia davvero presente nel nostro elenco di Siti Autorizzati sul vero sito Netcomm (http://www.consorzionetcomm.it/), digitando la URL direttamente nella barra degli indirizzi senza passare dalla ricerca dei motori (Google, Bing, ecc.)
  2. In caso di dubbio, sempre meglio contattare per e-mail la nostra segreteria scrivendo a sigillo@consorzionetcomm.it
  3. Se tra i siti autorizzati a esporre il Sigillo, lo shop in questione non è presente, la regola è:
    • Allontanarsi immediatamente dal sito interrompendo la navigazione
    • Segnalare a Netcomm la presenza di un sito sospetto con una e-mail indirizzata a segreteria@consorzionetcomm.it o sigillo@consorzionetcomm.it​​​, che provvederà a diffidare il sito dal continuare a esporre il sigillo, o lo denuncerà alla Polizia Postale affinché venga oscurato il prima possibile
  4. Se siete già stati vittima di una truffa, purtroppo Netcomm non può intervenire in alcun modo. Il Consorzio in questi casi è parte lesa esattamente come chi ha subito le conseguenze economiche dell’inganno, e non può fare nulla a favore dei soggetti truffati
  5. È bene segnalare comunque a Netcomm l’accaduto per evitare che altri incorrano nello stesso spiacevole inconveniente
  6. Al fine di ricevere un aiuto concreto la prassi più indicata è quella di